Close
Obblighi di legge per siti internet

Obblighi di legge per siti internet

Facciamo chiarezza una volta per tutte sugli obblighi di legge per siti internet

Notifica cookie, iscrizione newsletter, profilazione degli utenti: quali sono gli obblighi di legge per i siti internet? Ecco, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza! Vengono menzionate molte leggi e, quindi, spesso potrà essere usato un linguaggio un po’ più tecnico ma, il tutto, è sempre improntato nel citare fonti ufficiali.

Per facilitarne la comprensione, però, abbiamo provato a schematizzare il tutto

Cosa inserire in un sito web di e-commerce – obblighi di legge

Partiamo dall’inizio.

Ok, si realizza un sito web di e-commerce.

Cosa bisogna scrivere di preciso?

Premesse di legge:

Qui bisogna rifarsi all’art. 42 della legge n. 88/2009 del 7 luglio 2009 che si rifà alla direttiva 2003/58/CE emanata dal Parlamento europeo e dal Consiglio il 15 luglio 2003.

La legge che approvò il Parlamento Italiano modifica l’art.2250 del Codice Civile.

Sì, vero, vi siete già persi fra queste normative e volete arrivare al dunque.

I dati da inserire:

Ebbene, dal luglio 2009 è necessario menzionare

  • la ragione Sociale
  • l’indirizzo della Sede legale (completo)
  • Codice fiscale (se presente)
  • l’Ufficio del registro delle imprese presso cui si è registrati e numero di registrazione (REA)
  • il capitale sociale risultante dall’ultimo bilancio secondo la somma effettivamente versata
  • l’eventuale stato di liquidazione della società
  • nel caso di Srl o di Spa la presenza di un socio unico.

Alcune informazioni vanno inserite anche nelle fatture e nelle mail.

Piccolo aiuto: Un bello schema a tal proposito, l’ha fornito arteinformatica.eu che, con estrema chiarezza e con un semplice “SI” e “NO” risponde a varie questioni al riguardo.

E questo lo abbiamo sistemato.

Sito web e partita I.V.A. – gli obblighi di legge

Le regole sulla partita I.V.A.

Premesso che l’inserimento della partita I.V.A. è dato per scontato, l’articolo 35, comma 1, del D.P.R. n. 633/72 va oltre: in home page va segnata la partita I.V.A. anche se non si vende online ma è soltanto un sito vetrina. In pratica i dati da rendere noti sono quelli visti sopra per qualsiasi tipo di sito internet.

Quali contatti vanno inseriti?

Inoltre, la Corte di Giustizia Europea con la sentenza C-298/07 del 2008 ha sostenuto che il rivenditore deve avere sempre disponibile un contatto a cui è raggiungibile e, spesso, può non bastare la mail. Il motivo? Se il consumatore non dovesse avere una connessione internet efficace, può chiedere ed ottenere un numero di telefono a cui rivolgersi.

In ogni caso, però, colui che ha aperto un sito e-commerce, alle Autorità Competenti deve fornire tutta una serie di dettagli menzionati nell’art.7 del Decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70.

Newletters e Moduli Contatti

E i moduli di contatto? E le newsletter? Prima di inviare una mail pubblicitaria, è necessario che l’utente abbia dato il consenso preventivo ed accettare le disposizioni previste dall’art. 13 del D.lgs. 196/03.

No, non vale la proprietà transitiva: un collega imprenditore passa la sua lista ad un altro e questo può inviare la propria newsletter.

No, è violazione della privacy.

No non vale barrare preventivamente la casella del consenso e dare per scontato che se l’utente non toglie la spunta allora accetta automaticamente i termini.

E attenzione (e qui i punti di vista sono molti e discordanti) in teoria l’utente deve essere messo nella possibilità di barrare una casella specifica con la quale NEGA il consenso all’uso dei propri dati in modo da costringere l’utente o a concedere o a negare il consenso. In teoria (e noi abbiamo adottato questa politica nel nostro sito) è concesso permettere all’utente di NON “flaggare” la casella del consenso esplicito e informato evidenziando che, in quel caso, l’utente sta esplicitando il suo NEGARE il consenso (quindi se arriva un modulo compilato ma senza esplicito consenso all’uso dei dati noi riceviamo la mail ma non possiamo rispondere o conservarla come anche l’indirizzo di provenienza e le informazioni contenute). Nel caso delle newsletter, invece, basta il flag del consenso esplicito e informato perchè altrimenti la registrazione dei dati non può aver luogo

Privacy Policy

Il documento esteso deve assolutamente essere presente e linkato da ogni pagina del sito internet. Deve inoltre essere raggiungibile da ogni modulo che richieda l’inserimento di dati “sensibili”. Non ci dilunghiamo su come deve essere composto il documento ma sottolineiamo solo che:

  • si deve dare enfasi alla spiegazione del come i dati personali verranno tutelati
  • si deve rendere chiaro chi è il responsabile del trattamento
  • si deve rendere chiaro a che scopo verranno conservati e usati i dati personali

I cookie – obblighi di legge

Per chiudere questo nostro approfondimento, parliamo dei cookie.

Sì, quei “biscotti” che tanto hanno fatto penare webmaster, imprenditori e chi più ne ha più ne metta.

Tralasciando tutta la nostra, agiamo pragmaticamente.

E, qui, a differenza dei numerosissimi articoli – anche molto lunghi – cerchiamo di essere brevi ma chiari.

Avete cookie di profilazione? Ecco cosa fare:

se avete cookie di profilazione, dovete notificarlo attraverso questo link e pagare circa 150€ di spese amministrative.

Cosa fare con Google Analytics:

Qui ha già risposto il Garante per la protezione dei dati personali qui. Se si ha Google Analytics, basta il banner e l’informazione estesa.

Questo, perché lo stesso Garante afferma che “la terza parte non incrocia le informazioni raccolte con altre di cui già dispone”, cosa che Google ha messo per iscritto (leggi le  condizioni di Privacy).

Lo scroll vale come assenso?: Lo scroll, come ha sostenuto il Garante, vale come accettazione.

Google Adsense?:

Premesso che utilizza cookie di terze parti (come sostiene Google stesso), bisogna disabilitarli finché l’utente non dà l’assenso ai cookie.

Per il resto?

Bisogna che al primo arrivo sul sito l’utente sia messo a conoscenza che detto sito utilizza cookies e gli sia data la possibilità di leggere l’informativa sulla Privacy estesa con tutte le informazioni sui singoli “generatori” di cookies. Una volta che l’utente ha accettato (o fatto scorrere la pagina come dicevamo sopra) allora il banner può non essere presentato nel caso di sue future visite.

La cosa simpatica?

Nel caso di violazioni degli obblighi di legge ovviamente viene applicata una multa che dipende dalla violazione ma la cosa decisamente “simpatica” è che basta l’accertamento online della violazione per incorrere nella sanzione. In parole povere il Garante potrebbe decidere di assoldare una schiera di operatori e far loro girare il web mediante ricerche google verificando così i vari siti e accertare automaticamente ogni eventuale violazione. Per cui…..occhio….che qui non basta proprio avere la mappa degli autovelox funzionanti ma è suff. essere online.

E’ tutto?

No. Questo è un sunto degli obblighi di legge. Ci sono veramente un quantitativo enorme di norme e cavilli da rispettare per essere in regola. Cosa fare? Affidarsi ad una Web Agency (ops…..come Dielle Web e Grafica – pubblicità progresso) che possa aiutarvi nell’orientarsi in questo mare di regole. Inoltre è bene abbondare per essere più che certi di essere in regola.

Completiamo questo articolo sugli obblighi di legge per siti internet elencando altri articoli che trattano l’argomento e dai quali poter trarre spunti

Grazie mille di avermi seguito fino alla fine di questo articolo.

Ora tocca a te.

Se ti è piaciuto e l’hai trovato utile puoi condividerlo sui Social o lasciare un commento per esprimere il tuo parere.

Sono curioso di conoscere il tuo punto di vista.

Alla prossima – Luciano


Cosa posso fare per te e per la tua attività?

Posso aprire la Pagina Facebook per la tua attività ottimizzata e con tutte le informazioni necessarie.

Posso gestire la presenza Social della tua attività curando le pubblicazioni (anche le creazioni grafiche),  facendo crescere la tua Pagina e ottenendo i giusti contatti.

Posso curare la pubblicità su Facebook scegliendo insieme a te il giusto target, il giusto budget e misurando risultati e successi e molto molto altro.

Tu cura il tuo business che alla presenza Facebook della tua azienda ci posso pensare io (e posso assicurarti che non sono necessari investimenti blu…anzi)

Vuoi ricevere ulteriori informazioni (o anche solo esprimere il tuo parere)?

Compila il modulo in fondo all’articolo (senza impegno) e ti risponderò al più presto oppure vieni a trovarmi sulla mia Pagina Facebook Ufficiale

Ti aspetto. Luciano


Consulente Marketing e Comunicazione specializzato in Servizi e Consulenza Social Media Marketing | Campagne Pubblicitarie Social | Grafica Pubblicitaria e Stampa Digitale |  Realizzazione Siti Web. Opero in Liguria, Toscana, Lombardia, Piemonte


Modulo di Contatto
I campi contrassegnati da * sono obbligatori


Al fine di poter rispondere alle richieste di informazioni o altri quesiti è necessario dare esplicito consenso al trattamento dei dati inseriti nel presente form.
Qualora non si desse esplicito consenso non sarò in grado di rispondere alla presente richiesta e sia l'indirizzo email che il nome inseriti verranno cancellati
I tuoi dati NON saranno usati per altro scopo se non quello di dar corso a questa tua comunicazione.
Selezionando Si nel campo sottostante dichiari infine di aver letto e di accettare l'informativa sulla Privacy

Dai il tuo esplicito consenso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *