Close
Tendenze 2018 per i Social Network

Tendenze 2018 per i Social Network

Tendenze 2018 per il mondo Social

Quali saranno le tendenze 2018. Cosa dobbiamo aspettarci dai principali Social Network?

Il Social Marketing è un universo che evolve in maniera rapidissima. Bisogna sempre mantenersi aggiornati per poter curare al meglio gli interessi dei propri clienti.

Per poter rispondere alla domanda bisogna iniziare analizzando alcuni dati (li ricaviamo dalla Global Digital 2018 di We Are Social in collaborazione con Hootsuite)

Gli utenti connessi ad Internet nel mondo hanno sorpassato la soglia dei 4 miliardi (con una penetrazione del 53%). Di questi ben 3,196 miliardi sono gli utenti attivi sui Social Media (penetrazione del 42%) e 5,135 miliardi gli utenti Mobile (penetrazione 68%).

In Italia su una popolazione totale di 59,33 milioni si ha un 73% connessa a Internet, 57% attiva sui Social Network (34 milioni) e l’83% Mobile (49,19 milioni).

Dalla stessa ricerca si evince come ci sia stata una crescita di 3 milioni di utenti Social nel 2017 rispetto all’anno precedente.

Da quanto sopra si evincono le prime due tendenze 2018:

  1. Siamo ancora in un periodo di espansione per l’universo dei Social Network
  2. Siamo sempre più Mobile

Cosa aspettarci quindi per il 2018 dai vari Social Network?

Su Facebook bisogna sicuramente partire dal dato di fatto che la visibilità organica (naturale senza additivi aggiunti come le sponsorizzazioni) dei contenuti delle Pagine è praticamente azzerata. La tendenza 2018 (espressamente dichiarata da Zuckerberg nel suo intervento sulla sua bacheca personale) è quella di dare più visibilità ai post dei parenti e degli amici e sempre meno a quelli delle Pagine Brand.

In realtà era da un certo numero di mesi che si era delineata questa tendenza (ne ho parlato nel mio ultimo video-tutorial).

Ora Mark ci viene a dire che ci sono state troppe lamentele perché i contenuti dei media e dei marchi stavano rimpiazzando i momenti personali e che, quindi, cambia l’algoritmo che regola le notizie che ogni singolo utente vede passare sulla propria Home.

Nonostante il calo di visibilità il 2018 dovrebbe continuare a vedere la crescita del numero di Pagine Facebook. La differenza rispetto al passato è che avranno la meglio quelle Pagine che baseranno la propria presenza Facebook su una strategia specifica che includa un certo investimento in ambito pubblicitario interno alla piattaforma (eh sì, perchè i post possano avere visibilità sarà necessario sponsorizzarli o usare degli stratagemmi regolari come da me indicato nel mio ultimo video tutorial).

Ma che contenuti scegliere?

Nell’interessantissimo articolo di Dario Ciracì su Web in Fermento, Valentina Vellucci esprime in maniera molto chiara che non ci sarà un contenuto performante a priori ma contenuti che riusciranno a rispecchiare le necessità comunicative degli utenti in target quando supportati da un budget adeguato .

Sicuramente, se ci fermiamo all’aspetto delle tendenze 2018 (in realtà persistenti), su Facebook i video la fanno da padroni anche se, appunto, non è detto che portino risultati concreti oltre al numero di visualizzazioni, diversamente da Instagram, per esempio, dove le immagini nella modalità senza filtro sembrano predominanti.

Sempre relativamente a Facebook si sta assistendo al perdurare della perdita di utenti “giovani”.

Un allontanamento che è più una disaffezione come viene giustamente sottolineato da Rudy Bandiera nell’articolo di Valentina De Felice su Ninja Marketing: “i giovani già adesso non lo usano più (Facebook) o sono connessi solo in quanto standard che gli permette di accedere a Instagram“.

Cosa consigliare ad una realtà che abbia bisogno di comunicare?

Risposta: dipende (depende, todo depende cantava Jarabe de Palo nel 1998).

Le tendenze 2018 non ci presentano una ricetta pronta valida per tutti. Bisognerà scegliere il giusto Social in base al  pubblico da raggiungere e anche i contenuti dipenderanno dal target di riferimento.

Sicuramente tutto va pensato in termini di Mobile e, banalmente, non potremo allontanarci da Internet.

Io continuo a considerare importante la comunicazione via Blog (Inbound marketing) e la necessità di un sito web contenitore fatto in maniera professionale e sviluppato secondo una strategia studiata a tavolino.

Contemporaneamente continuo a credere che Facebook rimarrà per molto tempo il canale migliore dove un’attività possa presentare la propria storia.

Si badi bene che ho usato appositamente il termine “la propria storia” perchè sarà lo storytelling la tendenza 2018 per la comunicazione business.

Una strategia basata su offerte, sconti, coupon o quant’altro è già da qualche tempo risultata totalmente fallimentare sui Social e il 2018, in questo, non presenterà cambiamenti.

Comunicare sarà sempre più sinonimo di informare e raccontare mediante contenuti utili, nuovi, pratici e che si avvicinino quanto più possibile ai bisogni informativi dei propri utenti.

Magari meno contenuti ma sicuramente migliori.

In questo modo sarà anche più semplice studiare una strategia di distribuzione dei contenuti basata, anche, sulla sponsorizzazione Social.

E sarà proprio la pubblicità una delle tendenze 2018, come già detto, perchè senza di quella i contenuti non avranno possibilità di raggiungere nessuno (almeno quelli pubblicati o condivisi sulle Pagine).

I brand dovranno capire le esigenze e i bisogni del proprio target, usare linguaggio, messaggi e elementi in linea con le aspettative del proprio pubblico di riferimento.

Illuminante la frase di Andrew Davis “il contenuto crea relazioni. Le relazioni si basano sulla fiducia. La fiducia porta conversioni” (usata da marina Pitzoi nel suo intervento al Wordcamp di Roma) che sottolinea la necessità di creare una community intorno al Brand.

Altre tendenze 2018 e novità?

Contenuti effimeri. Contenuti più veloci dalle “ore contate”. Non è un caso se Instagram e Snapchat puntano su Video e Stories visualizzabili per 24h. La tendenza Stories sarà predominante.

Chatbots: Rendere l’esperienza Social degli utenti sempre più personalizzata. I brand si presenteranno in forma colloquiale e riusciranno a dare risposte immediate ai loro utenti

Marketplace di Facebook. Il luogo virtuale dove tutti possono vendere e comprare oggetti nuovi e usati verrà potenziato con nuove funzioni. Secondo le notizie assisteremo all’introduzione di molte funzionalità come il metodo di pagamento tramite paypal (attivo da Novembre negli USA). Facebook non più solo Social ma anche Ecommerce

Tasto “dislike” di Facebook. Sembra prossima l’introduzione della reaction negativa dovrebbe avere come sponda Messenger prima di approdare su Facebook. Gli utenti dovrebbero poter aggiungere la propria reazione critica alle varie frasi di una conversazione. Un tasto simile esiste già da tempo su Youtube e non ha sicuramente creato catastrofi (per buona pace dei critici che prefigurano crisi e problemi).

Pagine località su Facebook. Tra i test che Facebook sta compiendo c’è anche l’arricchimento delle Pagine Località con l’introduzione di recensioni, posti da visitare, luoghi d’interesse, locali, eventi e altro tourist-oriented (guerra a TripAdvisor?)

Audio e Video Chiamate su Instagram Direct. Sembra prossima l’introduzione di questa grandissima novità. Non si ha una data certa e non si hanno conferme ufficiali ma sembra che Instagram abbia intenzione di spingere la sua Instagram Direct (per chi non lo sapesse è una App che va a sostituire i messaggi privati di Instagram in modo che, cliccando sulla consueta icona a forma di aeroplanino in alto a destra, adesso viene avviata la nuova app se installata).

Formato 360 su Instagram. Si vocifera l’introduzione del formato 360 per le foto su Instagram come già fatto su Facebook.

Mappe su Instagram. Dovremmo assistere all’implementazione delle mappe per poter ricercare i propri contatti nei paraggi (come già fatto da Snapchat con le “Snapmap“).

Shopping Tags su Instagram. Si dovrebbe verificare l’introduzione dei Shopping Tags mediante i quali le aziende potranno introdurre prezzi e informazioni nelle loro immagini

Look di Snapchat. Si prevede un restyling atteso anche per semplificare il Social in modo da renderlo fruibile anche a chi non è giovanissimo In particolare dovrebbe essere rivista l’App per Android che non è mai stata il massimo

Pubblicità di Youtube. Vedranno ridotti (se non eliminati) i contributi da 30 secondi. Rimarranno, ma ridotti, quelli da 20 e da 15 secondi. Aumenteranno e verranno maggiormente spinti micro contributi pubblicitari da 6 secondi (bumber ads)

Twitter Customer Service. Twitter da sempre è stato un canale predisposto al “Customer Care” (puoi leggere il mio approfondimento sul tema) dovrebbe cercare di puntare sull’introduzione di Feature da mettere a disposizione dei profili business per rafforzare e potenziare il servizio di Assistenza Clienti. L’obiettivo per il 2018 è quindi quello di rendere ancor più immediata e semplice la comunicazione tra gli utenti e i brand. In particolare mediante l’introduzione di “Direct Message Card personalizzabili che si basano sull’uso di Bot per rispondere in automatico ai messaggi privati degli utenti” come indicato dall’articolo di Daniela Chiorboli su Ninja Marketing.

E siamo giunti alla fine di questa carrellata sulle Tendenze 2018 per il mondo Social. Sicuramente ci saranno tante altre novità e forse non tutte quelle elencate verranno alla fine implementate. Staremo a vedere.

Grazie mille di avermi seguito fino alla fine di questo articolo.

Ora tocca a te.

Se questo articolo ti è piaciuto e l’hai trovato utile puoi condividerlo sui Social.

Se invece vuoi ricevere ulteriori informazioni (o anche solo esprimere il tuo parere) compila il modulo in fondo all’articolo (senza impegno) e ti risponderò al più presto oppure vieni a trovarmi sulla mia Pagina Facebook Ufficiale

Ti aspetto. Sono curioso di conoscere il tuo punto di vista.

Alla prossima – Luciano


Cosa posso fare per te e per la tua attività?

Posso aprire la Pagina Facebook per la tua attività ottimizzata e con tutte le informazioni necessarie.

Posso gestire la presenza Social della tua attività curando le pubblicazioni (anche le creazioni grafiche),  facendo crescere la tua Pagina e ottenendo i giusti contatti.

Posso curare la pubblicità su Facebook scegliendo insieme a te il giusto target, il giusto budget e misurando risultati e successi e molto molto altro.

Tu cura il tuo business che alla presenza Facebook della tua azienda ci posso pensare io 


Consulente  specializzato in Servizi e Consulenza Social Media Marketing | Campagne Pubblicitarie Social | Grafica Pubblicitaria e Stampa Digitale |  Realizzazione Siti Web. Opero in Liguria, Toscana, Lombardia, Piemonte


Modulo di Contatto
I campi contrassegnati da * sono obbligatori


Al fine di poter rispondere alle richieste di informazioni o altri quesiti è necessario dare esplicito consenso al trattamento dei dati inseriti nel presente form.
Qualora non si desse esplicito consenso non sarò in grado di rispondere alla presente richiesta e sia l'indirizzo email che il nome inseriti verranno cancellati
I tuoi dati NON saranno usati per altro scopo se non quello di dar corso a questa tua comunicazione.
Selezionando Si nel campo sottostante dichiari infine di aver letto e di accettare l'informativa sulla Privacy

Dai il tuo esplicito consenso?